MalcerMalcer è un giovane ragazzo che da anni vive a villa Ruldegost, dove serve come garzone negli interessi della nobile Casata. Del suo passato non si conoscono molti dettagli, pur essendo lui decisamente giovane. Sembra fosse un orfanello abituato a vivere alla giornata, tratto in salvo dall’amore e dalla pietà di Lady Shelaenne che anni fa ne prese a cuore le sorti fino ad introdurlo nella servitù della casata. Da allora serve al meglio delle sue possibilità i propri lord cercando di non deluderli in nessuna occasione, nel tentativo di elevare la sua condizione e riuscire, un giorno, a diventare un onesto e, perchè no, ricco cittadino di Waterdeep.

Carattere:
Malcer è tendenzialmente un bravo ragazzo. La determinazione che lo spinge a vivere costantemente alla ricerca di denaro lo porta ad abbracciare la filosofia secondo cui il fine giustifichi i mezzi, anche se i confini di quello che è disposto a fare per soldi sono ben marcati e non vanno mai oltre qualche innocuo furtarello o truffa. Non ama la violenza e non la reputa una via preferenziale per raggiungere lo scopo, ma anzi una eventuale ultima opzione. Per ovvi motivi è abbastanza spilorcio e non apprezza mai l’idea di sprecare del denaro, dove sprecare ha tutte le implicazioni soggettive possibili. La sua indole è piuttosto riflessiva e pianificatrice poichè solo agendo in questo modo si ottengono buoni risultati.

Doti:
La principale dote di Malcer è la comunicazione. Per lui è essenziale tenere contatti, ascoltare voci, reperire informazioni. La sua bravura nell’interazione col prossimo lo porta ad essere un ottimo negoziatore, ma anche un maestro del raggiro. Inspiegabilmente, tutta la sua brillantezza viene meno in ambito sentimentale. Altra dote indiscutibile di Malcer è la perseveranza con cui persegue gli obbiettivi.

Difetti:
Il principale difetto di Malcer è l’incapacità a ricredersi e tornare sui suoi passi, soprattutto nell’ambito delle relazioni interpersonali. Se una persona gli fa un torto o entra nelle sue antipatie, difficilmente ne uscirà. Oltre a questo, Malcer cova ed esterna un certo razzismo che tuttavia non offusca mai la sua capacità di giudizio del prossimo. La sua perseveranza, in fine, può facilmente tramutarsi in ostinazione.

Note:
Malcer ha un fratello di cui pochissimi sono a conoscenza. Si chiama Judath e quando vivevano insieme come orfani venne colpito da una tremenda malattia che lo ha portato alla cecità. In seguito a quella malattia, fu preso e introdotto all’interno del culto di Loviatar dove venne curato e di cui divenne accolito. Sebbene Malcer sia riconoscente a Loviatar e al suo culto per aver salvato il fratello, nella sua testa c’è la ferma volontà a costruire una vita migliore per entrambi che porti Judath ad abbandonare quel culto di cui nessuno, in giro, parla bene.

Malcer viene eletto capo della Gilda degli Spazzasterco:
Il giorno 15 di Ches, 1370, Malcer viene eletto capo della Gilda degli Spazzasterco superando al ballottaggio Vhonna Deepdell, il capo istruttore campi di trionfo.

Malcer lascia la Casata Ruldegost:
Il giorno 21 di Mirtul, 1370, Malcer si accorda con Lord Bly e decide di non prestare più servizio per i Ruldegost, diventando a tutti gli effetti un commerciante indipendente. La sua attività principale sono i Viaggi Avventurosi di Malcer, Aethimir e Pence, diventati i Viaggi Avventurosi di Aethimir dopo la morte di quest’ultimo, in suo onore.