In via del tutto eccezionale, tutti gli eventi della mattina del 2° giorno di Mirtul verranno riportati dal punto di vista di ciascuno dei personaggi, per una migliore chiarezza e comprensione delle dinamiche che si sono succedute durante la riunione in casa Ruldegost.

PenceIn questa casata non sa fare un cazzo nessuno.
Tipo, ieri notte sono tornato a casa tardi. Ero con Aethimir. Abbiamo fatto un giro al porto e poi lui ha beccato Bly con un tale. Probabilmente stavano andando a puttane. Sicuramente, anzi. Questa mattina ne parlavano tutti. Non me lo facevo uno da troie, Bly. Certo che se vedi la sua compagna un po’ te lo aspetti. Cioè, lo capisco dai. E’ inguardabile lei. Che poi con tutti i soldi che ha Bly, proprio un cesso doveva prendersi? Va beh che poi paga le zoccole, però è uno spreco. Ma tu pensa, Bly che va a troie… va beh, stavo dicendo?

Ah sì. Sono rientrato e ho beccato Kesk che faceva il turno di guardia. Ok, Kesk non è il più sveglio tra i miei uomini, però stava dentro al cortile a cazzeggiare. Ho provato a fare un po’ il losco fuori dalla villa. Per vedere se veniva a controllare. Gli ho fatto tipo il trappolone. Lui ovviamente non si è accorto di un cazzo. Tu dimmi se questo è FARE LA GUARDIA. Niente sanno fare. E lo sai di chi è la colpa? Di Ahmal. Lui è il CAPO DELLE GUARDIE e non insegna come si fa la guardia. Le basi proprio. Questo pressapochismo mi fa girare i coglioni. 

Sono andato a letto incazzato quindi. Poi mi sono svegliato e sono stato convocato da Bly. Ci ha affidato una missione. Siamo io, Malcer, Aethimir e il Chierico che ormai sembra che vive qui. Dobbiamo andare a Hellgate Keep. Noi ci dovevamo già andare però, io e Malcer almeno, per quella storia di rapire la madre Hagar e ricattarlo. Quindi la missione è più che altro il permesso di farci i cazzi nostri. Ci sta. Non è che uno deve lavorare sempre. Ci sono anche gli interessi personali da coltivare. Bly ci ha anche pagato una scorta. Con noi verrà il gruppo di Zundaer. Uno di quei mercenari che i Ruldegost stanno usando per ripulire le colline dei ratti. A prima vista sembra gente a posto. Sono contento. A questo giro così magari nessuno muore. Per sbaglio intendo. Qualcuno magari deve morire. Di solito nelle missioni c’è sempre qualcuno che muore. L’importante è che non succeda per sbaglio o perchè siamo troppo scarsi. 
Fondamentale: Bly ha detto che sono il CAPO DELLA MISSIONE. Ci sta. Mi ha dato pure una pietra per comunicare con la casata. La PIETRA DEL COMANDO.

Dopo la riunione siamo andati in taverna a chiarire alcune cose. Malcer non si fida di Zulgos. Zulgos non si fida di Aethimir. Aethimir non si fida di nessuno. Cose così. Niente di nuovo. Non vedo l’ora di partire. Ho voglia di menare le mani.

ZulgosPer onore e gloria del Signore del Mattino, eccomi a redigere gli appunti di questo nuovo giorno.
E’ giunto il momento che io mi confronti con l’Alta Radianza perchè pur detestando il modo in cui Malcer si comporta, una cosa gli va riconosciuta: quando allude ai tornaconti che la nostra Chiesa sta avendo dai rapporti con i Ruldegost non può che avere ragione ed è per me diventato ingestibile continuare a perpetrare questa collaborazione senza sapere cosa ci sia sul piatto. Non ne faccio questione di principio, solo pratica. Per poter essere credibile nel mio ruolo politico devo comprenderne i risvolti che mi trovo a maneggiare. Lady Ghentilara in questo non si è rivelata troppo aperta, ma le va riconosciuta una certa franchezza. Il sacrificio della Gilda che ho risanato per il Tempio è ben poca cosa a fronte dell’aver ottenuto fiducia e riconoscenza da Lord Bly. A quanto pare, il reggente ufficioso di casa Ruldegost è personalità che in Waterdeep sta risalendo molto rapidamente la china in termini politici e averlo amico, o anche meglio debitore, ci porterà ben più di quanto abbiamo sacrificato. Spero vivamente di poter godere anche personalmente di questi benefici, ma non ho dubbio che continuando a servire Lathander con dedizione e fermezza ciò avverrà presto.

Altra questione per cui ho ritenuto opportuno chiedere un chiarimento è Hellgate Keep. Ieri sera ho appreso che Malcer, Pence e perfino Aethimir hanno interesse a visitare quel luogo dimenticato. La cosa è molto strana, indubbiamente: come è possibile che, proprio quando ipotizzo di recarmi da quelle parti per provare a recuperare la Corona del Sudario, i Ruldegost mostrino interesse per lo stesso luogo? Se ne avessi parlato anche solo con qualcuno di loro, dagli sgherri che mi circondano agli stessi lord, non avrei dubbi ad ipotizzare ci sia sotto qualcosa. Invece non è così e quindi, pur convinto non possa essere una coincidenza, non capisco come possano aver saputo delle mie intenzioni. Anche di questo l’Alta Radianza non pare avere notizia. Ghentilara ha saputo dal priore Athosar del possibile ritrovamento della Corona del Sudario presso Hellgate Keep, non da Bly, eppure non è sorpresa del fatto che Bly sappia. “E’ uno che sa le cose, per quello ci interessa” è stata la sua risposta.

Ed infatti, proprio qualche ora dopo, eccomi convocato dallo stesso Bly insieme ai miei ormai inseparabili compari. A quanto pare la spedizione ad Hellgate Keep è diventata ufficiale e ci vedrà nuovamente compagni di avventura. Non solo, il Lord di casa Ruldegost ha addirittura deciso di farci affiancare da una scorta: un nano di nome Zundaer, un wemic chiamato Shel’Lak e due umani: Grover e un colosso che pare si chiami Manico. A prima vista, un manipolo di taglia gole, ma ormai la cosa ha smesso di sorprendermi. La spedizione sarà capitanata da Pence, sempre perchè a quanto pare le prove cui il Signore del Mattino vuole sottopormi devono ogni giorno essere più grevi di quanto superato il giorno precedente. Bly mi ha anche infilato in tasca una nota alludendo al ritrovamento di un nuovo artefatto, che voglio sperare non sia quello che io stesso sto cercando. Ha deciso di darmi la nota di nascosto, ma si è fatto notare da alcuni dei presenti mettendomi in una spiacevole situazione.

Questa situazione è esplosa poco dopo, quando ci siamo ritrovati con Malcer, Aethimir e Pence per provare a chiarire la situazione almeno tra noi, essendo ancora una volta costretti a convivere in una situazione che si prospetta di notevole rischio. E’ lampante che Malcer non solo dubiti di me almeno quanto io di lui, ma abbia completa mancanza di fiducia nei confronti del suo Lord. E’ paranoico, oltretutto, tanto da ritenere in combutta con Bly l’unico membro della spedizione che non è oggettivamente al soldo dello stesso Lord. A questo si aggiunge l’atteggiamento di Aethimir che ha ammesso apertamente di avere interessi propri a Hellgate Keep di cui non intende metterci a parte.
Persone che non si fidano di me e che pretendono mi fidi di loro. Ghentilara probabilmente ha ragione quando sottolinea mi stia preoccupando troppo di uomini insignificanti come Malcer e Aethimir, ma è anche vero che sarò costretto a farlo fin quando mi troverò a doverli avere intorno in ogni situazione in cui mi muovo.

MalcerLa situazione si fa ogni giorno più intricata. Giusto ieri sera discutevo con Zulgos e mi ripromettevo di provare ad essere un po’ più collaborativo nei suoi confronti. Pensavo che lavorare con lui mi avrebbe aiutato a comprendere meglio i piani di Bly, ma evidentemente sbagliavo. Poche ore fa ho rivelato che io e Pence saremmo intenzionati a recarci ad Hellgate Keep e, caso vuole, questa mattina Bly ci ha convocati dicendo di essere a conoscenza della nostra intenzione e, ancor meglio, di volerla supportare attivamente. Ciliegina sulla torna, oggi è emerso che anche Zulgos avrebbe da tempo intenzione di recarsi ad Hellgate Keep. Non ce lo aveva mai detto perchè di noi non si fida, ma adesso che io e i miei amici abbiamo dichiarato di volerci andare è persino in grado di sostenere la nostra intenzione sia “sospetta”. Verrebbe quasi da ridere.

E’ meglio che mi calmi. Questa situazione non giova a nessuno, meno che meno a me, quindi devo di nuovo mettere da parte il mio dissenso e concentrarmi sull’unico vero obbiettivo: capire le intenzioni di Lord Bly. Non è facile però. Come detto, pare la nostra nuova avventura presso Hellgate Keep gli risulti molto interessante, tanto da volerla supportare pagando addirittura dei mercenari per farci da scorta. Tutto, a detta sua, con l’unico scopo di tutelarci e guidare la nostra “crescita”. Certo, vero quanto il mio essere uno dei Lord Segreti della città. Che sia in qualche modo d’accordo con Zulgos è plateale, i due ci reputano così stupidi da scambiarsi bigliettini “segreti” proprio di fronte a noi, come nulla fosse, e continuando ovviamente a negare qual si voglia accordo sulla questione. Zulgos è encomiabile da questo punto di vista. Nega l’evidenza con una caparbietà propria solo agli uomini di fede, gli va riconosciuto. In conclusione, eccomi di nuovo invischiato in una missione pericolosa di cui ignoro le motivazioni, usato come un pupazzo. Ne uscirò però, lo giuro, prima o poi romperò i fili che mi fanno ballare a comando nel teatrino dei Ruldegost, costi quello che costi. 
Il fervore che mi prende quando penso alla coppia Bly/Zulgos ha fatto quasi passare inosservata un’altra stranezza. Anche Aethimir pare abbia interessi personali inconfessabili per recarsi a Hellgate Keep e questo è piuttosto strano. Di lui mi fido come di me stesso, quindi non ho paura, tuttavia ho il timore questa sua volontà sia legata alle sue frequentazioni di inizio anno. Forse il rapporto con Lorimar era più radicato di quanto sapessimo. E ricordiamo bene Lorimar chi fosse…

Aggiungo due note a margine.
La prima riguarda Judath: ho provato a scrutarlo magicamente e, per quanto la mia magia non possa raggiungerlo dove si trova ora, ho la certezza sia vivo. Trovarlo è l’unica ragione per cui ho deciso di abbozzare ed infilarmi in questa nuova sordida trama di Bly.
La seconda riguarda l’Araldo: sotto mentite spoglie ho fatto visita alla casata Thongolir e parlato con Lady Eva millantando un interesse di Casa Tesper per i macchinari di stampa affittati dagli stessi Thongolir a Carson Innes. La Lady sembrava sorpresa dell’interessamento, quasi intimorita a rivelare più del necessario, ma quantomeno non ha negato. Per saperne di più avrei dovuto parlare con suo marito Lord Billeus, ma per il momento mi bastano le informazioni che ho avuto da lei. Da quanto emerso, nessuno verrà a cercare i macchinari se li sposteremo altrove e questo dovrebbe permetterci di riaprire il giornale. Con Zulgos, ovviamente. Dice il saggio: “tieni vicini gli amici, ma ancora di più i nemici…”

AethimirLa giornata è iniziata con leggiadria. Nella sala comune della villa ho inteso Ividyel e Nora ridere di voci riguardanti Lord Bly ed il suo aver passato la notte fuori dal giaciglio che divide con la compagna Lady Ninvara. La servitù chiacchiera di una reazione molto adirata della Lady, che ha accusato il nostro signore di aver passato la notte tra le braccia di una qualche meretrice. Se solo sapessero Bly preferisce discorrere di politica piuttosto che accompagnarsi a belle e disponibili donne, riderebbero tutti molto meno, temo.

Conclusa colazione, mi sono recato al Tempio di Tymora per pregare la Fortuna e renderle grazie dopo la notte spesa a farne le veci in incognito, elargendo elemosina ai bisognosi. Al tempio ho incontrato una chierica che avevamo già visto in passato, si chiama Lamris Kholl e proviene dalle terre di Llork. E’ una donna bellissima ed il fatto che anche lei veneri la Dea Bendata non è certamente una coincidenza. Sarei rimasto ore a discorrere con lei di arte e viaggi, anche se la sua ossessiva paura per gli Zentharim un po’ mi metteva a disagio, purtroppo però ho dovuto recarmi al cospetto di Lord Bly, convocato insieme ai miei compagni ed al prode Zulgos.

E’ alquanto intrigante come ultimamente gli interessi di tutti paiano convergere in Hellgate Keep. Khelben mi ha chiesto di recarmi in quel luogo e sigillarne le porte, Malcer pare ci abbia perso una persona cara e voglia ritrovarla, Pence vede in Hellgate Keep una meta per qualcuna delle sue bizzarre avventure e, a quanto pare, persino Zulgos ed il suo culto ora ne sono attratti. Come poteva Lord Bly restare fuori da una così contesa situazione? Eccolo quindi convocarci per supportare ufficialmente una nostra spedizione in loco, con tanto di scorta armata. Malcer come immaginabile sta impazzendo nel tentativo di capire quali siano gli interessi di tutti, non può fare a meno di contorcersi di quesiti ogni volta e mi spiace oggi dover essere uno dei suoi motivi di turbamento, visto il segreto che celo, ma dal canto mio questa è l’ennesima dimostrazione che Tymora aiuta chi a Lei si vota. Non sarò più solo in questa missione e, oltre ai miei fidati amici, potrò godere di un gruppo di mercenari dedicati alla mia salvaguardia, del supporto della Casata per cui lavoro e dell’aiuto di uno dei culti più potenti della città.

Sia fatta la volontà di Tymora.