by

Mirtul, Giorni 21, 22 e 23, 1370 CV

No comments yet

Categories: Il diario di Malcer, Il diario di Pence, Il diario di Teschio Nero, Il diario di Victor, Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

MalcerLa cena con Bly e Burdeth è stata inaspettatamente piacevole e va riconosciuto ai nostri ex Lord che l’ospitalità non fa loro difetto. Ci hanno trattati come qualsiasi altro socio in affari e questo è certamente un ottimo inizio per quella che sarà la nostra collaborazione futura. Bly sembra molto meno subdolo da quando abbiamo concordato la nostra collaborazione.
Abbiamo mangiato davvero bene, i piatti di Dalabrac presentati come si deve non hanno nulla da invidiare a quello che ci servirono al Corno dell’Unicorno, ma hanno il grosso vantaggio di essere gratis. 

Durante la cena Bly ha conversato del più e del meno, dandoci anche qualche aggiornamento sulla situazione politica di Riatavin, ma si è trattato di lunghi convenevoli utili solo a portarci ad affrontare il discorso principale: la congiura degli Inosservati.
Con Bly e Burdeth sono stato sincero e ho spiegato quel che abbiamo scoperto: il piano di Lavin, il fatto che abbiamo saputo tutto dopo aver smascherato Kamlan e che l’inizio delle scoperte risale alle nostre indagini per trovare Lettore Lucius. Bly è sembrato davvero interessato alle informazioni che avevamo per lui ed è stato anche sincero nel rivelarci perchè ci chiese, ai tempi, di sospendere le indagini. Non voleva infatti che le nostre ricerche portassero la casata ad inimicarsi il Culto di Oghma visto che, come detto, l’appoggio di tutte le chiese sarà per lui importantissimo quando si proporrà di gestire tutti i rifiuti cittadini. 
I Ruldegost si sono quindi offerti di supportare le nostre indagini, smascherare una congiura li metterebbe in grande luce nei confronti di Lord Piergeiron e potrebbe facilitare di molto la loro ascesa politica. Di contro, ovviamente, non vogliono creare falsi allarmi e per questo parleranno solo nel caso gli Inosservati si rivelino realmente pericolosi. Sta a noi quindi trovare le prove che ci servono e per farlo dovremo partire dalle tre identità che conosciamo: la guardia della città dei morti, la cameriera della Pietra Elfica e Murklar del Riposo della Viverna. Oltre a Lavin, ovviamente, che deve rimanere il nostro obbiettivo principale perchè è il capo ed è l’unico la cui cattura potrebbe sventare la minaccia in modo definitivo. Di lui però non conosciamo l’attuale identità. Stando alle indagini che avevo fatto, potrebbe addirittura nascondersi in Skullport e quindi potremmo doverci andare. Burdeth ci aiuterà mettendoci a disposizione un mago che possa darci una mano nelle ricerche, mentre io credo ricorrerò alla mia rete di contatti.

Cosa torni a Bly dal nostro successo è chiaro, cosa tornerà a noi anche: ad eccezione di Teschio Nero, che sta ancora cercando di capire come funzioni la città, per me e Pence essere portati alla ribalta come i salvatori di Waterdeep potrebbe portare molta fama e di conseguenza giovare non poco alla nostra attività di viaggi. 
Sarà stato il vino, o l’eccesso di confidenza, ma a fine cena ho provato a fare uno step ulteriore e chiedere a Bly qualche informazione in più in merito al misterioso cavalierato di cui fa parte e per cui abbiamo nostro malgrado lavorato in passato, seguendo Mather Ukkehmn. Per la prima volta nella serata credo di aver messo a disagio il nostro amato Lord, che ha finto di non capire a cosa mi riferissi. Non ho insistito, ovviamente, mi è bastato far sapere che una persona come me potrebbe essere ancora utile alla loro organizzazione. Ho idea che accedere al cavalierato mi porterebbe moltissimi vantaggi.

PenceFiga se mangiano i Lord Ruldegost.
Mio fratello cucina bene, ma a loro i piatti arrivano tutti precisini e perfettini. Vuoi mettere mangiare una fetta di arrosto invece di sgranocchiare le ossa? Un’altra vita cazzo. E poi bevono durissimo. Tutta roba di qualità, quella che una volta dovevamo andare io, Malcer e Aethimir a raccattare in giro per la città. A fine cena ci ha anche regalato una bottiglia, Bly. Finalmente ha capito che siamo gente seria. Minchia, ho rubato tanto di quel cibo che non so più dove nasconderlo.

Dopo la cena io, Malcer e Teschio Nero siamo andati a festeggiare. Abbiamo brindato ad Aethimir. Già che stavamo bevendo ci siamo anche organizzati per ammazzare Hagar. La missione è da chiudere e ora che sono libero dai Ruldegost mi serve proprio diventare amico del capo dei Portuali. Quello lì, come si chiamava? Jethro Tull! Se ammazzo Hagar ed entro in Gilda, con i commerci illegali per i viaggi siamo a posto.

Teschio Nero ci vuole aiutare ad ammazzare Hagar. E’ uno giusto, Teschio Nero. Però gli serve un’arma, che la sua fa cagare. Quindi il giorno dopo siamo andati a comprargliela e mi son preso pure un cutlass nuovo. Magico. Teschio non aveva i soldi per l’ascia, così ho pagato io. Malcer ha detto che può sdebitarsi facendoci da guardia del corpo. Non è male come idea. Non che mi serva eh.

Malcer ha anche pensato ad un piano che potrebbe funzionare. Attiriamo Hagar in un posto e lo riempiamo di schiaffi. Facile. Il posto che abbiamo scelto è la taverna del Serpente Addormentato. La affittiamo per 100 m.o. e facciamo finta sia aperta. Quando Hagar arriva inizia la festa. Ci facciamo aiutare da Rungar e i suoi fratelli e dai Crampi. Qualche spada in più è utile perchè Hagar mena forte. Alla fine, Malcer cancella la memoria dell’oste ed è tutto finito. Far collaborare Teschio Nero e Rungar non è stato facile. Volevano ammazzarsi. Va beh, comunque alla fine della fiera il piano mi è costato 427 m.o.. Mia missione, mie monete. Che tanto chiederle a Malcer non serve a niente. O non me le da, o mi rompe il cazzo perchè me le ha date.

Il piano c’è. Le armi pure. Sappiamo che Hagar si trova alla taverna di Lily, LA BOTTIGLIA E LA LAMA. A portarlo da noi ci pensa Teschio Nero. Sta sera risolvo sta questione e poi posso dedicarmi alle cose importanti.
– Cercare casa
– Comprare un cane e chiamarlo Aethimir.
– Organizzare la nuova spedizione dei Viaggi di Aethimir.

VictorSono stato di nuovo convocato da Khelben, ma questa volta c’erano anche Laeral e il mago dei Ruldegost.
A quanto pare avranno ancora bisogno dell’aiuto di Kylia per questioni che riguardano nientemeno che Skullport. Dovrò lavorare con Malcer, Pence e Teschio Nero a quanto ho capito. Non so di che si tratti, ma mi fido di Kehlben e lui si fida dei Ruldegost, quindi non resta che cercarli e capire quale sia il loro obbiettivo.

Li ho trovati intenti a fare colazione. A quanto pare prima di iniziare questa misteriosa indagine dovremo ammazzare un uomo. Si tratta di un mezzo demone che crea problemi in città, a quanto pare, e le cui origini sono legate ad Hellgate Keep. Il piano che mi hanno illustrato è una roba da tagliagole, senza mezzi termini, il che mi a da pensare sul tipo di persone a cui mi accompagno. Magari questa volta è solo il fine che giustifica i mezzi, ma come inizio di una collaborazione diciamo che è singolare.

Un’imboscata al quartiere del porto, neanche da ragazzino facevo ste cose.

Teschio NeroTeschio Nero ha avuto la sua vendetta. Grazie all’aiuto di Capo Tribù Ruldegost, di Pence e di Malcer, Teschio Nero ha finalmente ucciso la progenie demoniaca di Tanta Hagara. E’ stata una dura battaglia e Teschio Nero ha dovuto allearsi addirittura con l’odiata Tribù del Cinghiale Nero, ma Capo Rungar è stato di parola ed ha partecipato alla lotta con onore. In città, forse, Toro Alce e Cinghiale Nero possono essere amici.

Ora, oltre alla sua tradizionale pelliccia, Teschio Nero indosserà la Corazza di Drago Blu che era di Hagar, per ricordare a tutti come lo ha sconfitto. Se qualcuno vorrà vendicare il figlio di Tanta Hagara farà la sua stessa fine, con la testa bruciata in un fuoco purificatore. 

La città è un luogo strano. Non ci sono foreste e non ci sono alci, ma la birra è buona e ci sono le latrine. Ora che Teschio Nero ha avuto la sua vendetta, può pensare di restare in città. Malcer e Pence gli hanno dato un lavoro in cambio dell’ascia che ha ucciso Hagar e Teschio Nero ripagherà il suo debito.

Magari, un giorno, se gli affari con il Capo Tribù Ruldegost andranno bene, Teschio Nero potrà portare in città tutta la tribù del Toro Alce.

by

Mirtul, Giorno 21, 1370 CV

No comments yet

Categories: Il diario di Malcer, Il diario di Pence, Il diario di Teschio Nero, Il diario di Victor, Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

VictorHo rintracciato gli amici di Aethimir. Il mezzelfo è davvero morto nel tentativo di compiere la missione affidatagli dal capo e senza darmi il tempo di venire ad aiutarlo. Ha fallito alla grande, tra l’altro, perchè da quel che mi ha raccontato questo Malcer invece di rinchiudere il demone nella sfera, Aethimir ci si è chiuso lui, insieme ad una manciata di Tanarukka e senza nemmeno riuscire a scappare usando l’amuleto. Ha proprio fatto una fine misera, poverino.

Come sospettavo, il gruppo che mi sono trovato davanti si è rivelato guardingo e sospettoso, ai limiti del paranoico, quindi la decisione di presentarmi loro sotto le mentite spoglie di una gnoma di nome Kylia è stata certamente lungimirante. Mi hanno addirittura chiesto se fossi un’arpista, a dimostrazione del fatto che probabilmente Aethimir era bravo ad imprigionare demoni quanto a tenere segreti, ma mi è parso non sapessero nulla della scissione e quindi forse le loro informazioni sono frammentarie, se non addirittura sbagliate. 

Ho riportato tutti in città come desidera Khelben, la pergamena di teletrasporto me l’ha data lui ed infatti ha deciso lui dove dovessimo finire usandola. Dirmelo pareva brutto, ci ho fatto una figura pessima e ci ho persino ricavato qualche livido quando i miei compagni di viaggio hanno realizzato che siamo riapparsi in un luogo diverso da quello da me preannunciato.

Ci siamo teletrasportati a casa Ruldegost, che apprendo essere la casata cui appartiene il gruppo. Se la collaborazione con questi individui dovrà andare avanti, direi che abbiamo proprio iniziato benone.

MalcerSiamo rientrati in Waterdeep e la gnoma ci ha ovviamente riportati alla corte dei Ruldegost. Non so se sia stata la tragica morte di Aethimir o il rischio di perdere Judath ad aprirmi gli occhi, ma non sono più disposto a rischiare di morire per fare da galoppino a questa casata. Così ho parlato finalmente chiaro con Bly e, sorprendentemente, si è rivelato ben più collaborativo del previsto. 

Io e Pence non saremo più al servizio della casata, diventeremo commercianti indipendenti. Questo è quel che volevamo, ma è soluzione che fa piuttosto comodo anche allo stesso Bly, che può ad esempio scindere del tutto il legame tra la casata e la gilda degli Spazzasterco. Legame che, ad analisi attenta, sarebbe facilmente risultato illegale. Ora siamo soci e come soci dialogheremo. Non ho la presunzione di pensare che Bly possa di colpo diventare un libro aperto per noi, ma abbiamo siglato un contratto in cui ci impegniamo, reciprocamente, alla riservatezza ed è ben più di quanto potessi sperare di ottenere.

Come primo atto in questa direzione di apertura, finalmente Bly ci ha chiarito le sue intenzioni nei confronti delle Colline dei Ratti, riportandoci il quadro completo del suo progetto. Vuole che la casata Ruldegost diventi a tutti gli effetti incaricata della gestione totale dei rifiuti cittadini, progetto che se riuscirà a portare a termine garantirà loro notevoli guadagni. I due artefatti che gli abbiamo riportato da Hellgate Keep e Havertold sono noti come “borse divoranti” e serviranno allo smaltimento dei rifiuti organici, mentre per lo smaltimento di quelli ferrosi stanno organizzando il recupero di alcuni rugginofaghi da un’isola poco lontana. Questo potrebbe essere il primo progetto di collaborazione alla pari che metteremo in atto con la casata: usare la nostra compagnia di viaggi avventurosi per recuperare quelle creature e farle avere a Bly potrebbe garantirci guadagni molto cospicui.
Per ottenere l’incarico però Bly ha bisogno di molti appoggi politici, a partire dalla gilda degli Spazzasterco fino ai templi cittadini, la cui parola ha sempre un certo peso. A tal proposito aveva coinvolto Zulgos ed il tempio di Lathander nella missione. Scoperta la presenza ad Hellgate Keep della Corona del Sudario, reliquia assai cara a quella chiesa, aiutare Zulgos a recuperarla sarebbe stato un buon modo per rafforzare ulteriormente il rapporto tra Ruldegost e Ghentilara e avere il suo appoggio politico. Purtroppo le cose sono andate peggio del previsto e Zulgos, dopo averci piantati in asso, è scomparso dalla circolazione e non si sa dove possa essere finito. Sapevo che aveva qualcosa da nascondere e probabilmente si è dato prima che venisse a galla. Poco male però, perchè la Corona del Sudario l’abbiamo recuperata noi e Bly ha deciso di pagarcela ben 10.000 m.o. per poterla consegnare a Ghentilara tener fede alla promessa.

Mentre Bly manipolava l’Alta Radianza però, Kehlben manipolava lui. A quanto pare fu l’Arcimago ad affidare a Aethimir la missione di imprigionare il demone e per convincerci a fargli da scorta ha fatto sapere a Bly che a Hellgate Keep avrebbe trovato la borsa divorante e la Corona del Sudario. Di questo, ovviamente, Bly non sapeva nulla e mi ha fatto sorridere scoprire che qualcuno riservi al nostro ex Lord il trattamento che lui riserva a quelle che ritiene sue pedine. Waterdeep è davvero un posto meraviglioso, per quanto sia grosso il pesce che insegui, ce ne sarà sempre uno più grosso dietro. Perchè Khelben abbia affidato una missione simile ad Aethimir però è davvero un mistero, ma credo che con il mio amico siano morte anche le poche possibilità di venirne a capo. Sul principio ero furibondo del fatto che un mago così potente, uno che avrebbe potuto da solo risolvere la questione con poco sforzo, avesse deciso di mettere a rischio la vita del mio più caro amico per i suoi scopi. Ho poi scoperto però che l’Arcimago e la stessa Ghentilara hanno provato a richiamare in vita Aethimir con l’incantesimo Risurrezione, ma che lui si sia rifiutato di tornare. Questo mi fa pensare che nel mistero cui accennavo prima, Aethimir non fosse vittima inconsapevole. Hai fatto le tue scelte, fratello mio, e io le rispetterò pur non comprendendone le ragioni. So solo che mi mancherai moltissimo.

In seguito alla dimostrazione di fiducia di cui Bly ci ha investiti, ho deciso che gli racconterò della Congiura dei Mutaforme che abbiamo scoperto. Ho chiesto appuntamento a lui e Lord Burdeth, che in qualità di membro dell’Ordine dei Magistrati e Protettori potrebbe essere di aiuto, in modo da raccontare quel che sappiamo. Ci riceveranno a cena.

Ora è tempo di riorganizzare le risorse. La separazione dalla casata vuole che, come prima cosa, io mi trovi un posto dove stare, possibilmente insieme a Judath che spero bene non voglia far ritorno al suo stramaledetto tempio. Ho venduto diversi oggetti ritrovati in queste missioni, compresi il Libro dei Golem e l’armatura della tomba elfica di Hellgate Keep, e spartito con Pence parte del ricavato. Ora ho un patrimonio di quasi 20.000 m.o..
Vediamo di farlo fruttare.

PenceNon sono più uno sbirro del cazzo. Basta. Affanculo la divisa. Affanculo le missioni del cazzo. Affanculo i turni. Affanculo Ahmal e affanculo pure Thrur
Mollo sta casata e mi metto in proprio. Cioè, con Malcer. Ci dedicheremo ai Viaggi Avventurosi senza più bisogno di chiedere permesso. Finalmente potrò infilarci qualche commercio illegale. Non hanno mai voluto capire che navigare senza scopi illegali porta sfiga. 

Prima però bisogna onorare Aethimir. Serve un funerale coi contro cazzi. Deve fare bruttissimo. E poi dobbiamo tenere viva la memoria. Bly metterà un quadro col suo ritratto a casa Ruldegost. Aethimir avrebbe apprezzato. Noi però eravamo suoi fratelli. Dobbiamo fare di più. Per onorarlo, dico. Per iniziare, i Viaggi Avventurosi di Malcer, Aethimir e Pence diventeranno i Viaggi Avventurosi di Aethimir. In suo onore. Ci teneva, credo. E poi se ci devo infilare un commercio illegale meglio che ci sia il suo di nome. Tanto è morto. Metteremo la sua faccia sulle vele. Ribattezzeremo la nave. Una roba in grande.

Intanto però devo equipaggiarmi meglio. Ho un po’ di monete, quindi sono andato allo Scudo Istoriato. Il tizio però, LA LAMA, non aveva stranamente niente da vendermi. Manco un cutlass. Lo so io perchè. Ha sentito che mi chiamano IL DIO DEI SIGNORI DEL CUTLASS DELLA MORTE. Il mio soprannome fa più brutto del suo. Mi boicotta. Però non posso continuare ad andare in giro con un pugnale. Devo avere due cutlass. Cazzo. Come ho fatto a non accorgermi che non stavo usando due cutlass? Mi servono delle armi più fighe ora. Sono in proprio.

Unica cosa, non ho capito se Hagar lo devo ammazzare comunque. Direi di sì. Me lo vado a prendere e lo meno a mani nude. Lo faccio per Aethimir, cazzo. Lo ammazzo in suo onore. Come avrebbe voluto lui. 

Devo comprarmi un cane.

Teschio NeroTeschio Nero ha detto addio alla foresta e alla sua tribù per venire in città. Ha conosciuto la tribù Ruldegost, dopo un bizzarro viaggio magico, e non ha capito molto di come funzionino le usanze qui, ma si adeguerà. 

E’ tutto strano. Talmente strano che Teschio Nero ha voluto verificare con la magia che quello che vedeva fosse davvero reale. E aveva ragione. Tanto per comiciare, la gnoma non è una gnoma, ma un vecchio gobbo. 

Strano posto, la città…

1 2 3 4 5 40 41