MalcerDopo l’attacco dei diavoli di Mare dormire non è stato semplice. Aethimir, insonne, ha lasciato la camerata ed è sceso nella sala comune e così, nel tentativo di capire cosa lo agitasse, sono sceso con lui. Una volta di sotto, mi ha rivelato di aver seguito Lord Geldor e Lord Burdeth di soppiatto e averli visti discutere con Thrur all’interno del palazzo. La cosa gli è sembrata piuttosto strana, perchè il nano non è che una comune guardia della tenuta ed era stato interpellato quando invece Ahmal, il capitano, non era stato chiamato.
In tutta onestà, pur trovando anche io la cosa inusuale, non la ritenevo importante al punto di togliermi il sonno e così, poco dopo, sono tornato in camerata a riposare.

Questa mattina Zelazzadda la governante ha svegliato molto presto sia me che Pence, affidandoci alcune commissioni legate ad un’importante visita che sarebbe giunta alla villa in giornata. Come sempre non ci è stato rivelato chi fosse l’ospite, ma solo cosa avremmo dovuto procurare per farlo contento. Pence si sarebbe occupato del pesce, in particolare salmoni e cozze, mentre a me sarebbe toccato reperire il vino. Non un vino qualsiasi però, perchè a quanto pare il misterioso visitatore beve solo Haerlu rosato di Galdel, un ricercato e alquanto raro vino proveniente dall’Halruaa. Insieme a quello, avrei dovuto procurarmi anche un paio di bottiglie di Elverquisst, ottimo vino elfico dal prezzo esorbitante.
La mattinata quindi l’ho passata da solo a cercare questo benedetto vino. Come al solito, sono andato dal mio amico Elguth alla Casa dei Buoni Spiriti perchè quando c’è da prendere del buon vino lui sa sempre aiutarmi. Effettuata la strana richiesta, i negozianti hanno subito capito che l’ospite in questione sarebbe stato Mirt l’usuraio che, a quanto pare, in Waterdeep è il principale estimatore (e consumatore) di quella bevanda. Purtroppo però Elguth per me aveva anche una brutta notizia. Mirt aveva già comprato tutte le bottiglie in circolazione dell’annata da lui prediletta, il 1368CV, e lasciato al negozio solo quelle dell’annata successiva, piuttosto scadente. Il negoziante della Casa si è quindi offerto di vendermi le bottiglie che mi servivano a 20 monete d’oro in meno rispetto a quanto mi era stato chiesto di spendere. Sarebbe stato effettivamente un affare e Zelazzadda non aveva certo precisato l’annata del vino da comprare, ma se non voglio passare tutta la vita a fare il garzone in queste circostanze devo ottenere sempre il meglio. Avevo quindi tre opzioni:
1) Portare il vino dell’annata scadente e offrire un mezzo servizio onesto.
2) Cercare di recuperare l’annata buona altrove.
3) Comprare l’annata scadente, falsificarne l’etichetta e presentarlo come fosse un 1368CV nella speranza che Mirt bevesse più per ostentare che per reale gusto.

Mentre riflettevo sul da farsi sono rientrato alla tenuta, dove mi sono ricongiunto con i miei due amici. Pence aveva avuto ben meno problemi di me, apparentemente, e aveva reperito tutto il pesce richiesto senza contrattempi. Aethimir, invece, aveva sfruttato la mattina per seguire Lord Burdeth e Thrur che lasciavano la tenuta e si recavano alla sede dell’Attento Ordine dei Magistrati e dei Protettori. La cosa continuava a insospettirlo perchè il nano, reduce da una notte di guardia e scontri, non sarebbe stato certo il più indicato per offrire scorta a Burdeth. Qualcosa, secondo Aethimir, ci veniva nascosto.
Proprio mentre discutevamo di queste possibilità, lo stesso Aethimir ha sentito dei rumori sospetti provenire dalla stanza di Urthun il Mastro di Casa e così ci siamo precipitati a controllare cosa fosse successo. Urthun però, oltre a sembrare perfettamente al corrente di quanto stava accadendo, risultava poco propenso a mettercene a parte e così, spinti dalla curiosità, abbiamo fatto un mezzo casino. Cosa che ci è costata una sonora ramanzina ad opera di Sudeiman il ciambellano prima e Lord Geldor poi. Dobbiamo imparare a stare al nostro posto, che attualmente è quello della servitù, altrimenti rischiamo di passare dei guai. C’è da dire però che nella tenuta evidentemente godiamo di stima da parte dei Lord. La nostra preoccupazione è probabilmente percepita come attaccamento alla Casata. Pur seccati del nostro voler ficcanasare a tutti i costi, infatti, sia Geldor che Sudeiman hanno pensato di metterci a parte di quanto stava accadendo alla villa. Tramite Thrur, i Lord avevano segretamente convocato dei nani incaricati di lavorare al pozzo da cui è scaturito l’attacco. Evidentemente hanno deciso servisse un intervento più deciso e sicuro di una semplice barriera di travi di legno per tenerci al sicuro. Chissà cosa staranno mai facendo, questi nani.

Ad ogni modo a quel punto mezza mattinata era andata e a me restava ancora da risolvere la questione vino. A mente fredda avevo deciso che la cosa migliore fosse agire di astuzia e provare un colpo gobbo. Comprate le bottiglie scadenti, prima di falsificarle e servirle esponendo me e la casata a possibili brutte figure, con i miei compari ho deciso di tentare il tutto e per tutto. Stando a quanto mi diceva Elguth, un’altra taverna in città era spesso meta delle visite di Mirt: le Viscere della Terra. Perchè non controllare che lì non abbiano qualche buona bottiglia? Non avevo intenzione di rubare eh, però ecco, se fossimo riusciti a sostituire quattro bottiglie di una buona annata con le quattro da me comprate, sarebbe stato un piccolo danno per loro e un grande valore aggiunto per me. E’ in casi come questo che ringrazio gli Dei di avermi fatto incontrare Aethimir. Mentre io e Pence facevamo da palo, lui è riuscito ad intrufolarsi nelle cantine della locanda e a sostituire le bottiglie, facendomi fare una grande figura con Zelazzadda. Per questo servizio mi sono anche offerto di ricompensare il mio amico con qualche moneta d’oro, ma non ha accettato. A quel punto non mi sono sentito di fare la solita crestina ai danni delle casse Ruldegost e ho restituito tutte le venti monete risparmiate facendo un’ottima figura.

Questa la nostra mattinata. Ora devo smettere di scrivere però, perchè Lord Geldor ci ha convocati e incaricati di raccogliere informazioni riguardo il culto di Loviatar. Non so a cosa possano servirgli, ma viste le mie conoscenze li dentro sarà un altro compito facile da svolgere per guadagnare un po’ di meritata visibilità.