I sogni son desideri

Ho realizzato uno dei miei sogni.
Mi sono comprato il LEGO della miniera dei nani (si dice così, non la miniera dei nani della LEGO).
Sta sera me la sono montata tutta, ho finito alla una passata, ma ne è valsa assolutamente la pena.
E’ bellissima.
Innanzi tutto sono rimasto sopreso dal fatto che fosse proprio tutta da montare. Avevo sentito dire che ultimamente la LEGO era scaduta facendo costruzioni composte di macropezzi che si incastrano insieme in cinque minuti.
Non è così.
Non l’ho trovata affatto diversa da quelle che potevano essere le ultime produzioni LEGO con cui ho giocato da bambino, ovvero il LEGO dei pirati, il castello, la Banda del Lupo, o il LEGO dello spazio (anche in questo caso, si chiamano così).
Oltretutto ho avuto modo di apprezzare una certa dovizia e ricercatezza nei particolari che mi hanno felicemente sorpreso.
Insomma, il LEGO non delude mai.
Ora che l’ho montata penso la lascerò in salotto, di fianco a Patrick, a mostrarsi in tutto il suo splendore.
Ero talmente fiero del mio acquisto che mi sono scattato un sacco di foto, mentre realizzavo l’opera e a montaggio ultimato.
Ancora adesso ho un sorriso stampato in faccia che vale più di mille parole.
Il LEGO è la cosa più bella che l’uomo abbia creato.
Il LEGO dei nani è una chicca che uno come me, che i LEGO li ha avuti tutti e che ci ha giocato fino a quando i suoi genitori non glieli hanno dati via, non poteva lasciarsi scappare.
Ora vado a letto, che son stravolto e domani lavoro.
Chiudo con una delle foto che ho scattato all’opera.
Che figata!
*Arturo il fabbro, il più forte tra i nani al servizio di Re Bud.
Infatti mena come un fabbro.
A tempo perso forgia armi ed armature utili a sfogare la sua innata violenza.

20 commenti su “I sogni son desideri”

  1. La più grande invenzione di tutti i tempi….
    Rivoglio il mio albero rifugio del LEGO di Robin Hood!!!!!!!!!!!!

  2. Mi sono tolto un grandissimo sfizio, decisamente.
    Robi, Patrick è la mia televisione.
    Mi fa piacere vedere questo avvento di nuovi lettori, per caso ci conosciamo (parlo con A.S.N. e F.)?

  3. L’isola dei pirati mi ha fatto giocare per mesi (che belli che erano gli squali). La monorotaia interstellare con osservatorio l’ho desiderata tantissimo ma poi si è rivelata una delusione.

    Bravo, bisogna togliersi qualche sfizio.

  4. Sei un genio. Purtroppo limitatamente alle attivita’ del cazzo, ma genio resti.
    Mi dovresti invitare a casa tua, o viceversa, per festeggiare l’evento della montatura della miniera dei nani.
    Potremmo farlo in accappatoio, per altro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.