NBA All-Star Game 2021

Alla fine anche quest’anno l’NBA organizzerà l’All-Star game ed è una cosa che io personalmente avevo dato per scontato non avrebbero fatto. Un po’ perchè lo spirito dell’ASG è quello di una festa, che perde tantissimo se non ha spettatori, ma soprattutto perchè fermare l’NBA per una settimana mentre ci sono una montagna di partite da recuperare mi sembra davvero una mossa incomprensibile.
Oggi però ho visto il link delle votazioni e quindi mi sono fiondato ad esercitare le mie pick, come ogni anno.

E come ogni anno, facciamo anche una piccola spiega.
Partiamo da OVEST.
Sulle due guardie ho sentimenti piuttosto contrastanti. Doncic è fortissimo, davvero un giocatore pazzesco, ma in questo inizio di stagione sto vedendo cose di lui che non mi piacciono tanto. La prima è lo stato di forma con cui si è presentato ai blocchi di partenza, che tutt’ora mi pare rivedibile, la seconda è il record dei Mavs al momento (8-10 al momento in cui scrivo), abbastanza sotto le mie aspettative, e la terza, che è quella che pesa di più, è che si sta un po’ “barbizzando” nello stile di gioco e nella scelta dei tiri e questa non è una cosa che mi fa impazzire. E’ fortissimo e giovanissimo, speriamo evolva in un tipo di giocatore diverso. Discorso Morant invece meno “tecnico” e più di cuore: Memphis ha saltato metà delle partite causa COVID e della metà che ha giocato, lui è stato fuori praticamente sempre per infortunio. Ja Morant è però il mio giocatore preferito dell’NBA attuale, per tantissimi motivi, quindi lo voto come augurio perchè possa rientrare e spaccare tutto.
Andiamo alle ali. Mi è costato una fatica boia mettere in squadra Leonard, perchè mi sta davvero tanto sulle palle, tuttavia quest’anno sta mettendo insieme una qualità ed una quantità che sono impossibili da ignorare solo per antipatia e quindi un posto in squadra glielo si dà. Con lui metto sfodero le torri gemelle: Nikola Jokic e Rudy Gobert. Il primo, vabbeh, sta giocando una stagione surreale e sarebbe scandaloso prendesse meno del 100% dei voti. Il secondo invece lo porto dopo un ballottaggio con Ayton, voto simpatia, ma effettivamente un po’ regalato, e Wood, che a numeri meriterebbe in carrozza, ma è pur sempre Wood. Tra i due, la media perfetta è Gobert, che è un giocatore che non stona tra gli All-Star, sta comunque giocando un’ottima stagione e tutto sommato dopo la questione COVID dello scorso anno è stato massacrato pure troppo.
Passiamo a EST.
E’ vero, Washington sta facendo schifo oltre ogni ragionevole giustificazione e quindi un po’ mi secca mettere Beal in quintetto, ma lui sta giocando ad un livello che non è davvero possibile ignorare senza sentirsi almeno un po’ in colpa. Nella prima stesura era fuori, ma in questa finale ce l’ho rimesso ed è giusto così. Insieme a lui metto Brown perchè ha fatto un salto di qualità pazzesco e per quanto Boston sembri sempre un po’ troppo poco concreta come contender, anche alla luce dei risultati scorsi, forse sarà proprio lui a cambiare rotta ai Celtics 2021.
Reparto lunghi. Come sta giocando Sabonis? Cioè, seriamente, che stagione sta facendo Domantas Sabonis? Pazzesco, come è pazzesco anche questo inizio di stagione per Julione Randle, capace di portare una franchigia completamente senza senso ad un record quasi decente. Posto garantito ad entrambi quindi, con buona pace di KD che avrebbe tutto il diritto di rientrare nella selezione, ma sta nella squadra più odiosa della storia del gioco e deve scontarle tutte, ivi compreso il non vincere un cazzo. Gufare i Nets unica vera ragion d’essere di questa stagione NBA. Ultimo posto in quintetto quindi per Embiid, sia perchè sta giocando anche lui con una continuità notevole, sia perchè Phila è forse, tra le contender a est, quella che ha fatto vedere le cose migliori fino a qui e se lo ha fatto è soprattutto merito suo.
Quindi ecco, questi sono i miei quintetti e quest’anno non c’è stato troppo da pensarci su.
Adesso cerco di capire quando e se si gioca sta pagliacciata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.