Diario dall’isolamento: day 19

Le brutte notizie di oggi arrivano dal lavoro, ma siccome sia io che Paola stiamo in realtà che in questo momento hanno assolutamente meno problemi di qualsiasi altro settore, mi sento quasi stronzo a lamentarmene.
Evito quindi di andare nel dettaglio.

A parte quello, giornata davvero priva di qual si voglia spunto narrativo.
Ho giocato a Baldur’s Gate.
Questo isolamento forzato mi ha portato a scoprire l’uscita di una nuova espansione che permette di giocare gli eventi che traghettano i PG da BG1 a BG2. L’ho iniziata ed è come prevedibile superflua al 100%, però mi darà la scusa per rigiocare il secondo capitolo con l’ultimo personaggio che avevo creato, quello con cui ho giocato solo il primo.

Baldur’s Gate è roba da nerd nella sua accezione originale e offensiva, quindi ci vuole un pezzo che al primo accordo evochi subito l’immagine dei capelli unti e delle ascelle pestilenziali. I Queen sarebbero la scelta più ovvia, ma io voglio darmi un tocco di raffinatezza.
Su “evochi” avevo addirittura fatto una gag, ma non ve la meritate che già il post e il video sono punitivi a sufficienza.

2 commenti su “Diario dall’isolamento: day 19”

  1. Baldur’s Gate! <3
    Ma anche Icewind Dale I e II (che mi piacevano un botto) e Neverwinter Nights.
    Io, con un ritardo mostroso, ho scoperto Card Hunter e mi sta intrattenendo molto questi giorni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.